A.M. AUDIO

C.SO MILANO 102

27029 VIGEVANO (PV)

TEL : 0381347161

BX - 1 Reference

TIPO :

dual mono, linea, bilanciato

TECNOLOGIA :

FET MOS-FET

RISPOSTA IN FREQUENZA (HZ) :

DC ÷ 600 k

SENSIBILITA'/IMPEDENZA INGRESSI (V/Ohm) :

XLR 115 m / 47 k - Rca 230 m / 22 k

THD :

<0,05%

RAPPORTO S/N :

98 dB

IMPEDENZA D’USCITA (Ohm) :

XLR 60 - Rca 30

INGRESSI :

2 linea XLR, 4 linea Rca

USCITE :

1 pre XLR, 1 pre Rca

CONTROLLI  E FILTRI :

senza toni

NOTE :

in classe A, circuitazione completamente bilanciata, componenti selezionati, potenziometro quadruplo ALPS RK27, connettori XLR Neutrik a contatti dorati, 2 trasformatori toroidali da 25 VA, telaio amagnetico

DIMENSIONI (LxAxP, cm) :

44 x 7,5 x 33,5

PESO (kg) :

10.5

PROVA PDF

DESCRIZIONE DETTAGLIATA

BX - 1 Reference

 

PREAMPLIFICATORE DUAL-MONO CON CIRCUITAZIONE BILANCIATA

 

Il BX-1 R è un nuovo preamplificatore che si pone ai vertici della produzione AM Audio mantenendo un elevato rapporto prezzo prestazioni. L’elettronica si distingue per la particolare circuitazione adottata, ogni canale è composto da due circuiti di amplificazione perfettamente simmetrici realizzati a componenti discreti selezionati. Lo stadio d’ingresso è formato da un differenziale a FET duali Toshiba seguito dall’amplificatore di tensione a transistor entrambi caricati a cascole; quello d’uscita è a Mosfet (Hitachi 2SK214-2SJ77) ad alta polarizzazione e tutte le sezioni sono accoppiate in continua senza controreazione out/in con una variazione della tensione in uscita non superiore a 5 mV DC.

 

Al preamplificatore è possibile collegare sei sorgenti, due bilanciate e quattro sbilanciate, mentre all’uscita sono presenti le connessioni XLR e RCA per ogni canale. Una coppia di prese a sei poli permettono di alimentare in dual mono due unità esterne (phono o lettori modificati), supportate da circuiti d’alimentazione stabilizzati in tensione, connessi ai secondari dei due trasformatori di alimentazione da 20 VA resinati in contenitori schermanti in lamiera d’acciaio tornita in lastra e verniciata a polvere.

 

All’interno del telaio, oltre metà dello spazio disponibile è occupato dai due alimentatori, uno per ogni canale, la capacità di filtro è complessivamente di 136.000 µF.

 

Già nella sezione di rettificazione e primo livellamento della tensione proveniente dal trasformatore, una doppia filtratura RC/RC consegue due risultati: il trasformatore di alimentazione lavora con picchi di corrente di minore ampiezza e ripidità, mentre allo stabilizzatore che segue, si presenta una componente di ripple con livello già molto ridotto e soprattutto con forma d’onda quasi sinusoidale, per cui esso non deve cercare di annullare segnali di frequenza elevata.

 

Lo stabilizzatore è costituito da un sistema a diodo zener pilotato a corrente costante, con disaccoppiamento RC verso le basi dei transistor regolatori, posti in configurazione multipla e con resistenze di distribuzione tra i loro elettrodi, utilissime per compensare le eventuali diversità di guadagno e per evitare ogni rischio di oscillazioni a radiofrequenza.

 

Lo stabilizzatore di tensione è seguito da filtri con resistenze e condensatori di elevata capacità con un’alimentazione simile a quella di una batteria.

 

Queste filtrature locali sono separate per gli stadi di guadagno in tensione e per il push/pull d’uscita a mosfet, polarizzato in classe A, anche per tensioni di 12 Volt su 600 Ohm. Lo studio accurato dello stampato, gli ingressi di segnale selezionati tramite relè a doppi contatti dorati in parallelo, distanziati tra loro e posti a ridosso dei connettori d’ingresso, permettono di ottenere valori di diafonia trascurabili e pressoché costanti fino a frequenze ultrasoniche. Il rumore, oltre a risultare ridottissimo e uguale tra un canale e l’altro, è privo di residui di alimentazione.

 

L’estetica molto elegante è caratterizzata da finiture di altissima qualità. Il pannello frontale, privo di fissaggi a vista, è realizzato in alluminio anodizzato e brillantato, sovrapponendo due lastre da 20 millimetri lavorate con macchine a controllo numerico.

 

Il telaio poggia su piedini in alluminio da 50 millimetri; all’interno di uno di essi, per questioni estetiche, è inserito il ricevitore del telecomando.

 

Il potenziometro del volume selezionato è un ALPS RK-27 motorizzato a quattro sezioni.