A.M. AUDIO

C.SO MILANO 102

27029 VIGEVANO (PV)

TEL : 0381347161

AM - Reference

TIPO :

due telai, dual mono, linea, bilanciato

TECNOLOGIA :

FET MOS-FET

RISPOSTA IN FREQUENZA (HZ) :

3Hz ÷ 1,5 MHz

SENSIBILITA'/IMPEDENZA INGRESSI (V/Ohm) :

XLR 200 mV 16,5K ohm

THD :

<0,05%

RAPPORTO S/N :

106 dB

IMPEDENZA D’USCITA (Ohm) :

XLR 100 - Rca 50

INGRESSI :

2 linea XLR, 4 linea Rca

USCITE :

2 pre XLR, 2 pre Rca

CONTROLLI  E FILTRI :

senza toni

NOTE :

in classe A, circuitazione completamente bilanciata, componenti MOSFET selezionati, potenziometro quadruplo ALPS RK27, connettori XLR Neutrik a contatti dorati, 2 trasformatori toroidali da 50 VA, 2 telai amagnetici, alimentatore separato

DIMENSIONI (LxAxP, cm) :

Pre 44 x 7,5 x 34,5 Alim. 44 x 7.5 x 31.5

PESO (kg) :

22

GARANZIA :

10 ANNI

PROVA PDF

DESCRIZIONE DETTAGLIATA

AM - Reference

 

Il nuovo preamplificatore di riferimento a due telai con circuitazione bilanciata

 

Ricavato nello stesso telaio dell’AX- Reference di cui condivide in buona misura, l’assetto circuitale dell’alimentatore. Il circuito di amplificazione, molto originale, si diversifica da quello utilizzato dalla maggior parte dei preamplificatori a stato solido. Infatti è basato su un’estrema semplicità dello schema, ogni canale utilizza due componenti attivi, il primo si occupa dell’intero guadagno in tensione richiesto, mentre il secondo guadagna solo in corrente realizzando un’uscita a bassa impedenza.

 

I componenti più adatti per questo tipo di schema sono i Mosfet Hitachi di media potenza (2SK214 e 2SJ77); essi possono lavorare a tensioni relativamente elevate, in modo da sfruttare la zona di massima linearità; la loro notevole capacità di corrente viene sfruttata al meglio nello stadio buffer di uscita, in quanto non si limita a presentare una bassa impedenza nell’uso con piccoli segnali, ma sufficiente per erogare la massima tensione utile su carichi di modulo ben inferiore a quello presentato dal più “esigente” amplificatore finale.

 

Rispetto a un simile schema a valvole, i vantaggi sono evidenti: assenza di problemi di invecchiamento dovuti alla durata limitata dei tubi; assenza della criticità sonora dovuta al diverso carattere di tubi di marche diverse; costanza di prestazioni nel tempo. Il circuito non presenta controreazione; il guadagno del primo stadio è regolato dai valori di resistenza impiegati su source e su drain, e la conseguente reazione locale è molto ridotta grazie al basso guadagno intrinseco di questo tipo di mosfet.

 

La sezione di alimentazione è ovviamente imponente e completamente passiva.

 

Al preamplificatore è possibile collegare sei sorgenti, due bilanciate e quattro sbilanciate, mentre all’uscita sono presenti due connessioni XLR e RCA per ogni canale. Una coppia di prese a sei poli, permettono di alimentare in dual mono, due unità esterne (phono o lettori modificati) supportate, da circuiti d’alimentazione stabilizzati in tensione, connessi ai secondari dedicati dei due grandi trasformatori di alimentazione da 50 VA ciascuno.

 

L’estetica molto elegante, è caratterizzata da proporzioni equilibrate e dall’uso di materiali di altissima qualità lavorati con precisione.